PREFAZIONE

PREFAZIONE

alla seconda edizione

 

La 1ª edizione di questa “brochure” venne stampata nel 2014, a ridosso della nascita della Corte Nazionale Arbitrale, avvenuta nel 2013 per decisione della Giunta di UNCC, sulla base del progetto elaborato dalla Commissione istituita ad hoc nel 2012, un progetto finalizzato alla costituzione di un organismo che consentisse l’amministrazione di arbitrati in tutto il territorio nazionale, sciogliendo alcuni nodi, quali la frequente mancanza di terzietà e di preparazione degli Arbitri e gli eccessivi costi, che fino ad allora (e in parte ancora oggi…) costituiscono i principali ostacoli alla diffusione della cultura dell’arbitrato.

Tale scopo divenne l’obiettivo di fondo della Corte, che ha avuto in Renzo Menoni il primo e brillante Presidente.

Negli anni successivi il Consiglio ha lavorato, oltre che alla strutturazione e organizzazione della Corte, al non facile tentativo di far penetrare concretamente la cultura dell’arbitrato nel mondo degli operatori del diritto, delle professioni e delle imprese.

Fattore propulsivo per la diffusione dell’arbitrato e della presenza della CNA sul territorio nazionale, sarà costituito dalle Camere Arbitrali Territoriali, le c.d. CAT, nella duplice tipologia delle CAT “socie”, maggiormente legate alla Corte Nazionale, di cui costituiscono parte integrante e le C.A.A.T. (Camere Arbitrali Aderenti Territoriali), esterne e più autonome, con le quali si potranno stipulare apposite convenzioni. Tutte caratterizzate dalla terzietà e qualità degli Arbitri.

è stato creato l’Albo nazionale degli Arbitri, con l’inserimento sia di Arbitri di chiara fama che abbiano manifestato interesse e disponibilità, appartenenti al mondo accademico e professionale, sia di Arbitri con grande esperienza professionale e che abbiano frequentato corsi di alta formazione organizzati dalla Corte.

è stato creato un Comitato Scientifico, finalizzato all’elaborazione di progetti di attività e iniziative culturali.

Il Consiglio ha organizzato tre corsi di Alta Formazione sull’Arbitrato in 8 moduli, in Puglia, Emilia Romagna e Veneto, preceduti da altrettanti Convegni di studio. Tali corsi, tenuti da docenti scelti tra i più autorevoli esperti in materia arbitrale, hanno riscosso notevole successo e i Presidenti dei Tribunali delle sedi dove si sono svolti i corsi, hanno designato diversi Arbitri scegliendoli tra i frequentatori dei corsi.

Altra attività della Corte si è rivolta alla periodica organizzazione del “rapporto sull’arbitrato”, diventato un appuntamento annuale nel quale, oltre a fare il punto sull’attività della Corte, vengono trattati argomenti di particolare interesse nella materia specifica, con il coinvolgimento di rappresentanti delle principali Camere Arbitrali Italiane e della UNCC, di rappresentanti della politica e della magistratura italiana, di accademici illustri ed esperti in materia arbitrale, oltre che di rappresentanti dei Consigli Nazionali degli Ordini delle professioni legali e del Comitato Unitario delle Professioni (CUP).

In particolare il primo rapporto ha avuto ad oggetto, con la presentazione della Corte: “Giustizia e arbitrato: la Corte Nazionale Arbitrale”; il secondo “Giustizia Statuale e Giustizia Privata: convergenze parallele nell’era della degiurisdizionalizzazione?”; il terzo “Impugnazione e revisione del lodo arbitrale” e il quarto “Lodo parziale, lodo non definitivo, provvedimenti cautelari”.

Tutti questi incontri, si sono svolti a Roma in sedi istituzionali, come la Sala delle Colonne a Palazzo Marini, il Palazzo Montecitorio, la Biblioteca del Senato a Palazzo San Macuto.

Gli “Atti” dei Convegni sono stati raccolti e pubblicati a cura della Corte.

è stato inoltre recentemente pubblicato dalla Pacini Editori un “manuale breve sull’arbitrato” e altre pubblicazioni seguiranno.

Il quinto rapporto su “Arbitrato e impresa” si terrà a Roma, nella sede di Confindustria, con la partecipazione di giuristi, esponenti ed esperti del mondo dell’Impresa, nell’intento di portare al mondo esterno e in particolare in quello imprenditoriale, i temi e la cultura dell’arbitrato come strumento alternativo di giustizia.

In questi ultimi mesi sono state messe a punto le modifiche statutarie e regolamentari di cui si è discusso anche congiuntamente con delegati della Giunta UNCC,  riguardanti, tra l’altro, le modalità di nomina del Consiglio Arbitrale, la struttura delle CAT, l’accesso all’Albo, le tariffe etc.

Il Consiglio, rispetto alla sua originale composizione, ha cooptato in sostituzione dei dimissionari Massimo Romolotti e Renzo Menoni, i Colleghi prof. Antonio Catricalà e avv. Livio Costantino, quest’ultimo scelto nella “rosa” comunicata dalla Giunta di UNCC.

Scopo di questa 2ª edizione della brochure di presentazione della Corte è quello di dar conto dell’attività da essa fin qui svolta, aggiornando dati e informazioni sulle norme statutarie e regolamentari, così come modificate, nonché sulla composizione degli Organi statutari e dell’Albo degli Arbitri, collocato in “Appendice”,  onde poterlo aggiornare periodicamente, senza dover ristampare l’intera brochure.

Roma, 30 maggio 2018

 

Il Presidente

Not. Prof. Giancarlo Laurini